Viene definito Christmas Blues dagli americani…e forse almeno una volta nella vita lo abbiamo provato un po’ tutti, si tratta di quel senso di malinconia che risulta dissonante con lo sfavillio delle luci, i regali ed il clima di magica attesa che accompagna in Natale.
Per alcuni potrebbe derivare dai bilanci, che solitamente accompagnano la fine anno, dall’ansia dovuta alle incertezze riguardo il futuro che in questo periodo si fanno forse più vivide. Oppure la tristezza potrebbe nascere dalla mancanza di una persona a noi cara con cui eravamo soliti condividere questi momenti o per contrario il nervosismo si accompagna all’incontro con parenti indiscreti e le loro scomode domande.
Come poter controllare ed elaborare al meglio queste sensazioni per vivere con serenità le festività ormai alle porte?
Ecco alcuni consigli!

1)MINIMIZZARE LE ASPETTATIVE
Vivere il Natale senza idealizzarlo ma in modo semplice può essere la strategia per ridurre l’ansia dell’aspettativa o la frustrazione se tutto non è andato secondo i canoni. Trascorrere i giorni di festa con chi amiamo, con le persone che ci fanno stare bene, in un clima di tranquillità, può essere la soluzione per apprezzare e rendere memorabili le festività.

2)PRATICARE L’IRONIA
Molto spesso l’incontro con parenti o amici, che magari non vediamo da un po’, potrebbe dar adito a bilanci, confronti, paragoni o essere lo scenario di “domande scomode”, per far fronte a ciò è bene praticare l’ironia e rispondere a domande come… Quando ti laurei? Ma ce l’hai un fidanzato? A quando le nozze? Ci pensate mai ad un figlio?… con la frase “Me lo chiedi ogni anno…ma non perdere le speranze!” e togliervi in fretta dall’imbarazzo senza dare una risposta concreta ad una domanda indiscreta.

3)CURARE LA SCELTA DEI DONI
Non occorrono regali particolarmente costosi ma è tanta la gioia di pensare ad un piccolo dono personalizzato per ciascuna persona o famiglia a seconda dei diversi gusti. Vedere la felicità e la sorpresa sul volto di chi amiamo migliorerà, non di poco, il nostro umore.
Non dimentichiamo poi che un prezioso regalo è LA NOSTRA PRESENZA, soprattutto per persone sole o anziane che si trovano a vivere le festività senza il privilegio ed il piacere di condividere momenti.

Share This