In ambito PREVENTIVO:

Attraverso attività utile a prevenire disagi e disturbi latenti che si manifesterebbero in età scolare.

In ambito TERAPEUTICO:

  • BAMBINI: Disturbi della sfera emotiva e/o cognitiva, Disturbi specifici dell’apprendimento ( dislessia e disgrafia), Disturbo oppositivo-provocatorio, Deficit d’attenzione ed iperattività, Sindrome di down, Autismo, bimbi in oncologia pediatrica e in tutte le condizioni in cui il bambino, con una diagnosi data dal Neuropsichiatria infantile, non accetti aiuti più consueti come quelli dati da psicologi ad esempio, ma prediliga un contesto giocoso, musicale ed accogliente in cui la terapia si nasconda dietro al divertimento.
  • ADULTI: Ansia, insonnia, depressione, attacchi di panico, somatizzazioni, Donne in gravidanza, disturbi alimentari, disturbi della sfera affettiva ed emotiva, pazienti oncologici, in stato di coma, anziani con demenza senile e tutte quelle situazioni in cui la musica può accompagnare il recupero del benessere fisico e mentale.